Estate in libertà

Sull’utilità della presenza di guardie svizzere in Parlamento, come molti di voi sanno, ho sempre dubitato: l’atteggiamento cattolico-identitario dell’Udc non mi ha mai convinto, per una serie di motivi (legati soprattutto alla mia visione della testimonianza cristiana) che sul blog ho raccontato in varie occasioni. Il bersaglio facile, quello che fa perdere credibilità all’intero progetto di Casini, è naturalmente il rapporto mai chiarito di alcuni uomini del partito con la criminalità organizzata: nelle stesse liste per le Europee sono candidate persone indagate per compravendita di voti dai boss mafiosi, a testimonianza del fatto che i volantini pro Cuffaro ritrovati nel covo di Provenzano forse non stavano lì per caso. Unione dei condannati, ha scritto qualcuno, ed in effetti l’ultima sentenza è fresca fresca: il deputato Giuseppe Drago, appena condannato dalla Cassazione per appropriazione di fondi riservati della Regione Sicilia, è ora interdetto dai pubblici uffici e dovrà dimettersi da Montecitorio. Ma quando parli dell’Udc a certa parte del mondo cattolico, è come se questi problemi non esistessero: un po’ lo stesso atteggiamento che gli elettori del Pdl hanno nei confronti dei guai giudiziari di Berlusconi. Più glielo ripeti, più scuotono le spalle: “di’ pure quello che vuoi, ma almeno l’Udc difende i miei valori”, leggi “la vita dal concepimento alla morte naturale”. Candidato numero 7 della lista Udc per le isole è infatti Gian Benedetto Melis, vicepresidente della Società italiana della contraccezione, che definisce la pillola “una delle più rivoluzionarie scoperte dell’ultimo secolo”. Lo credo anch’io, ma siccome sto nel Pd pensavo di non fare testo. Il professore, in realtà, è uno moderno: mentre la Pontificia accademia per la vita si intestardisce sullo scivolosissimo Ogino Knaus e sul complicato metodo Billings, mentre le famiglie cattoliche si affidano con qualche apprensione al metodo Persona, quello delle lucette rosse e verdi, lui scavalca tutti a sinistra e sponsorizza il nuovo anello vaginale che si inserisce una volta al mese, ma ha soprattutto un debole per la pillola trimestrale, che io non sapevo neppure esistesse. Il suo effetto dura tre mesi, spiega il candidato Udc, ed è l’ideale per “chi desidera vivere in libertà l’estate”. Lo riscrivo, perché non ci credo: l’ideale per “chi desidera vivere in libertà l’estate”. Sorelle, lo so che ci siete. Lo so che leggete il mio blog. Redazione di Avvenire, lo so che ci sei. Ora, dalla Humanae vitae in poi, non mi ricordo di aver letto pronunciamenti papali sull’estate in libertà, né sulla contraccezione da intendersi “in chiave moderna”, perché “le donne devono riscattarsi dall’ idea del ciclo come segno di fertilità” (sì, è sempre Melis che parla). Se non ricordo male, le parole di Benedetto XVI sull’uso del profilattico nella lotta all’Aids furono piuttosto chiare, e quando mi azzardai a parlare di un errore di comunicazione da parte del Papa venni tacciato di non essere abbastanza cattolico. Pensa un po’ se avessi aggiunto – come il professor Melis ha fatto pubblicamente – che, “per fortuna”, tra i giovani è stata “ben definita l’importanza dell’uso del profilattico quale migliore protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili”. Girate un po’ su internet e scoprirete che il candidato Udc definisce “fantascienza” le ipotesi dei medici cattolici sugli effetti della contraccezione ormonale e che il Centro per la procreazione di cui è responsabile non è esattamente in linea con il Vaticano sulla fecondazione assistita: tutte posizioni legittime, per carità, che non farebbero notizia se il suo partito non brandisse la fede cristiana come un’arma, se non utilizzasse il mondo cattolico italiano come una riserva di caccia. Ci sono tante cose che non mi convincono dell’Udc, a cominciare dalla presenza pressoché nulla dei suoi deputati alle sedute della Camera, ma nulla mi fa imbestialire come questa laicità intermittente, come questo uso strumentale dei valori in cui credo. In cui crediamo, care sorelle, in cui crediamo.

Annunci

10 risposte a “Estate in libertà

  1. sarebbe interessante presentare un disegno di legge per consentire ai sacerdoti di sposarsi…..non me ne vogliate,è solo una provocazione,ancor più se lo facesse un deputato cattolico!!!tutti rivendicano la patente di cristianità ma poi nel concreto l’esatto opposto.perchè non possiamo non dirci cristiani:titolava benedetto croce.è realmente così???andrea di te possiamo fidarci,vorremmo però poter contare anche sugli altri!!!

  2. D’altronde il fatto stesso che il nome del leader dell’UDC, tra l’altro presente anche nel simbolo del partito (nel segno della miglior tradizione berlusconian-dipietrista), corrisponda ad un divorziato risposato, fa ben comprendere quanta ipocrisia ci sia nella difesa che fa l’UDC dei “valori cattolici” (intesa come difesa dell’interpretazione dogmatica che ne fa la Chiesa, perchè quei valori cattolici non sono certo i miei, che pur mi definisco cattolico, o perlomeno cristiano). E quanta cecità ci sia in buona parte dell’elettorato “cattolico” … fortunatamente non in tutto.

  3. Maria Speranza

    Carissimo Andrea… purtroppo questo nostro magis, questo nostro non accontentarci, questo guardare oltre non trova spazio ma solo grossi paletti, meccanismi consolidati, vite preconfezionate, testimoni incoerenti… e questo in ogni ambito!!!
    Il disincanto prevale e si fa veramente troppa fatica a non lasciarsi cambiare e sopraffare
    Grazie per le tue riflessioni…

  4. Forse e’ giunto il momento di alzare la voce, Andrea, e denunciare questo scempio dei valori cristiani.
    Io non so come fare, ma tu hai conoscenza dei mezzi di comunicazione e hai accesso a piu’ platee di quante ne abbia io.
    Per parafrasare Moretti: diciamo qualcosa di cristiano, o anche non di cristiano, semplicemente di civilta’.

  5. FRANCSCO VISCOMI

    HAI CENTRATO L’UDC E CASINI! MI PERMETTO DI AGGIUNGERE, LO HA DETTO CASINI. CHE PER LUI IL MATRIMONIO E’ QUELLO CIVILE ( COME IL SUO). QUELLO CRISTIANO E’ INDISSOLUBILE (NON PER LUI CH’E’ DIVORZIATO SOLO CIVILMENTE).
    LA SUA RELIGIONE E’ QUELLA PRO DOMO SUO. E’ MOLTO DIIFICILE ESSERE CRISTIANI!

  6. Fabio Bartoli

    Purtroppo “le isole” sponda UDC è feudo di Cuffaro… però Andrea siamo onesti, anche nel Pd ci sono personaggi impresentabili

  7. Mi auguro che Avvenire (anche dopo le elezioni) metta bene in luce chi è veramente cattolico e quanto sia lontano dalla genuina fede cattolica e dalla dottrina sociale della Chiesa l’attuale Governo. L’hanno capito gli alti prelati del Vaticano?

  8. Nessuno credo voglia sostenere che nel Pd sono tutti santi (come del resto negli altri partiti); il tema del post credo sia di metodo, non di merito.
    L’Udc di fatto si presenta come un partito confessionale ma non è assolutamente conseguente; tuttavia questo per molti cattolici (gerarchie ed esablishment inclusi) è sufficiente a conferire loro una sorta di ‘immunità morale’ in tutti i campi.
    Lo trovo inacettabile; proprio in quanto cattolico.

  9. Fabio Bartoli

    Hai ragione Mario (Super?), per questo premettevo che non a caso la candidatura di Melis è nel collegio di Cuffaro. Purtroppo l’UDC dipende parecchio dai voti (e dai soldi) che Cuffaro porta con sè. Voglio ancora sperare però che ci sia una parte sana dell’UDC con cui si può costruire qualcosa

  10. Caro Andrea,
    seguo con molto piacere queste pagine da alcuni mesi e ci trovo anche tanti spunti di riflessione, che diffondo agli amici.
    Con la stessa serenità con la quale tu affronti molte questione spinose, ti dico che questo pezzo mi sembra calchi troppo la mano nei confronti di un partito che, volenti o nolenti, di fatto è oggi quello più vicino al PD e domani un possibile alleato politico per costruire un Italia diversa da quella del PDL.
    Anche perchè se ci mettiamo a guardare in casa PD probabilmente troveremo alcuni candidati …
    Buon lavoro e buona domenica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...