Gli invisibili

castel-volturno-immigrazione

Come fotografo sto diventando bravo. Qui sopra, per esempio, vi mostro uno striscione che si tiene in piedi da solo. La foto scattata col telefonino mostra chiaramente che non lo regge nessuno, e se così non vi pare è un problema vostro: per la legge italiana, infatti, quelle persone che vi sembra di vedere non esistono. Eppure, raccolgono pomodori tutte le mattine, nelle campagne del casertano, per proprietari di terra nostrani. Eppure, lavorano ogni giorno nei cantieri edili, per ditte profumate di camorra. Eppure, di notte si prostituiscono sulla Domiziana, con i cittadini del Paese che li ospita. Aspetta, li ospita mi pare troppo. Li tollera. Be’, mica tanto, visto che il 18 settembre qui la camorra ne fece fuori 7 e che, qualche mese dopo, le forze dell’ordine furono protagoniste di un raid violentissimo all’American Palace, dove molte delle famiglie nigeriane risiedono. Si prostituiscono, dicevamo, con i cittadini del Paese che oggi li obbliga a nascondersi e domani anche a non ammalarsi, per non essere denunciati dal medico sceriffo. E proprio contro il decreto sicurezza abbiamo marciato stamattina a Castel Volturno: in 5 mila (2 mila per la questura: si vede che gli irregolari non li conta) abbiamo percorso 6 km a piedi, dall’American palace al centro del paese, per ribadire che l’immigrazione non può essere trattata come un problema di ordine pubblico e che non c’è alternativa seria all’integrazione. I giornali l’avevano presentato come un corteo tra l’eversivo e il folcloristico: Caruso che arriva coi no global da Napoli, le frange extraparlamentari che si muovono da Roma, gli slogan facili tipo “permesso di soggiorno per tutti”, i gruppi etnici africani che suonano il bongo, le ragazze con le treccine, i maschi coi capelli rasta e volemose tanto bene. Non so se domani qualcuno ne parlerà, ma in testa alla marcia c’era invece un vescovo (quello di Capua, mons. Schettino) e poco dietro i ragazzi di don Ciotti, e più in là quelli di don Benzi, con un pericoloso cartellone cattocomunista: “Ero forestiero e mi avete accolto”, versetto del Vangelo di Matteo. Quando ho provato a rallegrarmi con lui per la sua presenza, il vescovo mi ha quasi mandato a quel paese: “Guardi, caro onorevole, che noi stiamo qui tutti i giorni. Guardi che l’80 per cento delle nostre opere di carità sono per questi fratelli immigrati. Guardi che domani, quando la manifestazione sarà finita, qui si ricomincia da capo. Guardi che la Chiesa c’è”. “C’è anche il Parlamento”, ho provato a dire ai partecipanti dal palco, ma per correttezza ho dovuto aggiungere: “almeno una parte!”. Ho promesso loro tre battaglie: il decreto sicurezza, la proposta di legge sul permesso di soggiorno per ricerca di lavoro e la mia riforma della cittadinanza, quando sarà passata la bufera. E gli invisibili applaudivano… o almeno così mi ha detto il vescovo, che li vedeva benissimo.

Annunci

6 risposte a “Gli invisibili

  1. Grazie Andrea.
    Oggi (come altre volte) hai fatto il tuo lavoro alla lettera: mi sono sentito RAPPRESENTATO da te.

  2. Oggi Gesù sarebbe trattato alla stessa stregua degli “invisibili”. Poi quelli della destra ci vengono a parlare di “difesa della vita”, “valori cattolici”, bla bla bla.

  3. Simona Anna Soranno

    Ma se l’80% delle opere di carità sono per questi fratelli invisibili, anche le opere sono invisibili…
    Meno male che Nessuno se ne accorge.

  4. Con tutte le comparse di Berlusconi all’Aquila, con le lacrime sulle bare, con le promesse fatte, molti cattolici affermeranno: “Questo governo ha fatto tutto bene”, come l’interlocutore di Ferrara a Radio 24. Possibile che i cattolici continuino a chiamarvi “comunisti” anche se Franceschini è un cattolico ex democristiano.
    I cattolici ignorano colpevolmente la dottrina sociale della Chiesa (anche i parlamentari cattolici di centro destra), che condanna il capitalismo e il liberalismo e promuove la condivisione e la solidarietà. Non parliamo della Lega che esegue riti pagani alle sorgenti del dio Po…e attacca il Papa, la Chiesa e la Caritas. Sanno questo i cattolici che sostengono la Lega che, pur avendo solo l’8% detta legge nel governo e, per paura, fa spostare la data del referendum? L’ignoranza è l’ottavo sacramento.

  5. Scrivo il 29 aprile, dopo aver letto sul Messaggero on line delle dimissioni di Francesco Nuzzo, sindaco di Castel Volturno. Il segnale è grave, perché le dimissioni sono motivate da «ricatti e litigi continui» nella maggioranza di centrosinistra, costituita da Pd e due liste civiche, che lo sostenevano, e di, «solitudine» di fronte ai rischi patiti nella lotta alla camorra.
    Tu sei parlamentare “napoletano” e lo scorso 18 aprile hai marciato, proprio lì, contro il decreto sicurezza.
    Ma secondo te, gli abitanti di Castel Volturno, che messaggio hanno recepito dalla politica, ed in particolare dal PD? Prevale il senso di solidarietà e diimpegno trasmesso con la marcia del 18 aprile o lo scoraggiamento per la resa di un sindaco (di professione magistrato, credo) che si sente abbandonato dal suo partito nella guerra contro le mafie e le camorre?

  6. ….. e un’altra angoscia .. su tutte le cose che il governo produce saltano fuori le realtà più angoscianti … non credo siano dietrologismi, sono rendiconti che la gente non si appresta neppure a verificare … tanto per ognuno c’è una motivazione per per cui non si crea più uno scandalo … per cui non ci si sente defraudati … il tornaconto c’è e “chi t’o fa fa”.
    Alla Maddalena 360 milioni bruciati per il centro megagalattico che avrebbe ospitatom il G( che poi —- MIRACOLO _ HA FATTO IL MIRACOLO di farlo fare a Aquila … CHI SI è CHIESTO quanto costa? E chi paga ? SOPRATTUTTO .. E ORA UN ALTRO MIRACOLO, LE CASE ANTISISMICHE: QUANTE SONO DOVE SONO E PER CHI SONO … le doppie case di chi si costruiscono con i soldi dello stato? MA NESSUNO OSA PIù COMMENTARE … SI DIVENTA TERRORISTI SE SI COMMENTA …. . POI IL DEBITO è ALTO, E I CONTRIBUTI PER LA CRISI VANNO ALLE BANCHE E PER LA GENTE CI SINO LE RONDE CHE METTERANNO TUTTI A POSTO … dove stiamo andando ??????????

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...