Ci ho provato

Oggi è un giorno molto particolare: un po’ triste, da un certo punto di vista, ma dall’altro no. Evito grossi preamboli e vado al sodo. Ci ho provato, ce l’ho messa tutta, ma in un anno – undici mesi e spiccioli, in realtà – non ho cambiato nulla: sono l’ultimo dei peones, vengo invitato ai convegni per ascoltare chi era già in politica vent’anni fa, nel Pd ho peso specifico prossimo allo zero. Per conquistarmi una citazione sul giornale devo mettermi in mutande davanti a Montecitorio (e non sarebbe un grande spettacolo!), altrimenti è il solito giro di valzer tra quei dieci politici che sentiamo sempre, a rotazione. Fatico come un matto a scrivere il blog, ma non ho mai superato i mille contatti in un giorno: in tv, tanto per fare un paragone, ne facevo due milioni e mezzo. Corro su e giù per il collegio elettorale, tutte le settimane, ma sento ancora le filastrocche sul paracadutato che non ha mai messo piede a Napoli. Guadagno bene, per carità, ma non è che prima fossi disoccupato: tolte le spese (do lavoro a tre persone, tutte in regola) mi rimane meno di quanto mi dava la Rai. L’altra sera, guardando il solito attacco delle Iene, pensavo che avrei fatto volentieri a cambio con Luca Bizzarri: lui deputato, io al posto suo, anche se i testi che gli scrivono non mi fanno mai ridere. Ci saremmo scambiati anche lo stipendio, naturalmente. Poi sono andato a dormire, piuttosto pensieroso, ed ho passato due giorni davvero poco esaltanti: il lunedì a farmi massacrare (civilmente, per carità) sul testamento biologico dal circolo Pd di Ciampino; ieri, a perdere tempo in Aula mentre tentavamo di far saltare le quote latte. Fino alle 18, quando – come dice quel passaggio del Padrino – mi hanno fatto un’offerta che non posso rifiutare: era una persona che conoscete tutti, ma che non è Berlusconi, e mi proponeva di ritornare in tv. Avrò un programma tutto mio, in prima serata, sul sociale e sulla politica. Non è un talk show tradizionale, ma una striscia quotidiana di mezzora: una specie di Otto e mezzo più divertente, dal lunedì al venerdì. L’emittente potete immaginarla da soli, se ci capite un po’ di mercato televisivo, e naturalmente non è la Rai: il mio addio, un anno fa, se lo sono legati al dito. Ci ho pensato una ventina di secondi, forse trenta, poi ho detto di sì. Potrei conservare il posto da parlamentare, perché quelli che fanno il doppio lavoro sono tanti, ma non mi sembrerebbe giusto: una striscia quotidiana significa che devi stare in redazione tutti i giorni, per cui andrei alla Camera nei ritagli di tempo e smetterei di andare a Napoli. E non sarebbe coerente con la mia concezione di politica, che in questo anno di blog avete imparato a conoscere. Potevo essere l’Obama bianco, sarò il Ferrara magro. E un giorno, magari, ci riproverò.

Annunci

49 risposte a “Ci ho provato

  1. Federico Coppola

    No Andrea, ma sei sicuro????
    Sai traspare veramente tanta tanta amarezza dalle tue parole e sinceramente mi dispiace tu non sia riuscito ad ottenere qualcosa, sia per te sia per noi.

  2. Francesco Moscatelli

    è il 1 aprile. è uno scherzo vero?

  3. Federico Coppola

    spero anch’io che sia uno scherzo…ma mi sa di no. o si?

  4. Noooooooooooooooooooooooo!

  5. Andrea Santori

    E’ un pesce d’aprile vero?

  6. Magari fosse uno scherzo, sarebbe bellissimo! Ci sono così pochi bravi in Parlamento e ci mancherai. La battuta suona qualunquista ma è così….

  7. Non demordere, abbi fede, il tempo ti darà ragione (almeno lo spero), il PD e l’Italia hanno ancora bisogno di uno come te.

  8. Se non è uno scherzo mi offro come redattore.

  9. Ilaria Beneduce

    No, non ci abbandonare… almeno tu…

  10. Luciano D'Andrea

    se davvero lo fai, ti manifesto la mia stima.

  11. Ilaria Beneduce

    No Andrea, non ci abbandonare… almeno tu…

  12. You are joking Andrea???? Please tell me you are joking?? Eitherways the best of luck…

  13. Anch’io spero che sia un pesce d’aprile. Ma l’amarezza e lo sconforto che descrivi (come ci hai provato) sono troppo realistici per essere solo opera letteraria. Un abbraccio.

  14. Io spero per te che non sia uno scherzo.
    E ti dirò pure per noi, se riesci – scusa se il tuo eventuale editore – ti consente di fare il tuo lavoro con onestà intellettuale e libertà professionale preferisco saperti all’informazione.
    Ma io non faccio molto testo, sai bene che non voterei più, comunque questo PD, quindi politicamente non mi interessi.
    COme persona e come giornalista invece mi farebbe piacere seguirti, leggerti e vederti.
    In bocca al lupo!

  15. Mi propongo come valletto…..

  16. Diego Bastoni

    Non ci posso credere!

    Il PD ed il Paese aveva bisogno di uno come te, ma evidentemente puoi servire lo Stato anche in altre vesti, per cui ti faccio un grande in bocca al lupo…

    Che Dio illumini sempre la tua via e ti conduca sempre su verdi pascoli…

    Ci mancherai a Montecitorio, ma…

    non abbandonarci…

    ti seguiremo ancora dal blog, se lo porterai avanti, e magari, anche in TV, tempi permettendo!

    Mantienici aggiornati sul tuo futuro!

    Un abbraccio dal mare di Cesenatico, Diego

  17. invece c’è bisogno di te, ed io spero che tu ritroverai il coraggio del tempo lungo, al di là dell’approvazione o meno del mondo e del momento…ho ritrovato due cose che scrivevi

    “Dai tempi dell’Università mi porto dietro una frase di Paolo VI, che definiva la politica “la forma più alta di carità”… eccomi qui, dunque..”

    “Era una prospettiva di breve-medio termine non disprezzabile, ma Ds e Margherita decisero che valeva la pena rilanciare, puntando sul futuro: un unico partito riformista, senza federazioni, per tirare fuori il meglio dalle rispettive eredità. .. che significava avere il coraggio di Temistocle di fronte ai persiani: anziché irrobustire le mura di Atene, per difendersi, armare subito una flotta per sconfiggerli, “legare all’albero una tela e combinare la rotta e la deriva… necessità di “rimettere in piedi l’Italia, perché ora è il tempo di costruire, e ci vorrà una fatica dannata, e un cuore saldo”. . …un motivo in più per non interrompere il nostro viaggio proprio ora, anche se uno specchietto, purtroppo, è volato via.”

  18. Se e’ uno scherzo del Pesce di Aprile, mi sembra riuscito!!!!!!
    Se non lo fosse ( e non me lo auguro) sarebbe un triste giorno per coloro che credono in te, nella tua attivita’ ,dinamicita’, fantasia e – perche’ no -nel futuro del PD!!!!!
    Dicci che non e’ vero!!!!!

  19. Sei veramente ammirevole. 10,100,1000 Andrea Sarubbi!
    Comunque ti capisco, ed hai tutta la mia comprensione.
    A presto. caio Filippo

  20. Dovresti inviare questo scherzo al sito del Tg1 come suggerito ieri sera dalla Maria Luisa Busi. Potresti fare, stavolta sì, più di mille contatti in in giorno.

  21. Caro Andrea,
    se te vai tu dal Pd, allora vuol dire che il partito è messo male. Ti chiedo di restare, pensa che stavo per mandarti una mail riservata per ivitarti a tenere un incontro su come intendere la politica. che devo fare lo annullo???

  22. Andrea,
    mi dispiace che lasci. In Italia 1000 contatti su un blog sono tanti per un politico nuovo, e alla diffrerenza di tanti altri erano belli e li apprezzavo molto anche quando non ero d’accordo.
    Avrei preferito che cambiasse gruppo, per vederti ancora in Parlamento dove, alla differenza di tanti “nominati”, meriti di stare comunque.
    Ma per fortuna ora forse ti ascolteranno di più lì nel nuovo programma (mi incuriosisce moltissimo “l’8 e mezzo più divertente”)
    Se cambi idea sono contento, ma la politica in un PD che non ti ascolta, beh, so che non è facile sopportare per uno abituato a costruire.
    In bocca al lupo!

  23. La TV consente certo di raggiungere più persone; auguri!!

  24. Poisson d'Avril

    Che disdetta, caro Andrea!
    Ho appena ricevuto conferma a questa triste notizia. Mi confermi anche che dovresti avere come “partner” il giornalista russo Fishko Davrilov, costretto a fuggire dalla sua patria per evitare di subire attentati a causa delle sue campagne contro Putin?
    Auguri

  25. E’ il primo Aprile!!!!!!!
    Scherzetto?
    Spero di sì, perchè questa notizia mi rattrista e mi butta giù…politicamente s’intende. E’ un altro tasello del PD che mi piaceva che se ne va…
    E lo sai poi perchè questa notizia mi rattrista? Perchè non riesco a darti torto!!!
    :((

  26. Nicolantonio

    Non mi ero ricordato che giorno è oggi … se è vero mi spiace per noi perchè sei diventato un punto di riferimento, una finestra dentro il palazzo, per te per la passione che hai messo. In bocca al lupo (forse no).

  27. On. Sarubbi,
    lei è una persona degna, degnissima, intellettualmente, moralmente e politicamente, ma è la prima vittima di un problema non risolto (ma neanche affrontato seriamente) all’interno del PD, ossia il ruolo di coloro che all’interno del partito a vario titolo appartengono alla cosiddetta “area cattolica”.
    Problema enorme, perché se concordo pienamente con lei che non si può lasciare al PDL la rappresentanza dei cattolici in Italia, è anche vero che trovare una vera e profonda intesa tra i cattolici e la sinistra tradizionale può risultare assai complicato, specie in un momento in cui i temi etici sembrano tenere banco nel dibattito politico, complice la miopia CEI e la strumentalizzazione politica che si fa abitualmente delle posizioni della Chiesa.
    Sappia, però, che da non credente e da non votante PD, ho ammirato grandemente il suo sforzo. Auguri.

  28. Dopo il presidente barzellettiere, ci mancava il deputato burlone. Ma siccome semel in anno licet insanire, so che mi perdonerete. In particolare, spero che mi perdoni il primo dei non eletti in Campania, Giuseppe Ossorio: la voce stava già circolando a Napoli e gli chiedo pubblicamente scusa se posso averlo urtato. In ogni caso, se mi fossi dimesso davvero non glielo avrei fatto sapere tramite voci di corridoio: sarebbe stato lui il primo che avrei chiamato, per comunicarglielo di persona. Detto questo, un po’ di valutazioni sparse:
    1. La notizia è falsa, ma ogni scherzo nasconde un fondo di verità. E nel mio scherzo di oggi ci sono almeno due cose vere: la prima è che un deputato giovane fa una fatica del diavolo a ritagliarsi un ruolo e, soprattutto, ad entrare nel meccanismo massmediatico; la seconda è che, se mi fosse arrivata questa offerta ed avessi deciso di accettarla, mi sarei dimesso davvero, perché fare il deputato è una cosa seria.
    2. Ho ricevuto una marea di messaggi, mail private, telefonate (c’è cascato pure qualche mio collega). Sono contento di avervi risvegliato, perché certe volte ho l’impressione che abbiate un po’ il braccetto corto nel reagire alle mie cronache quotidiane: il pesce d’aprile, insomma, era un modo simpatico (spero) per dirvi che ho bisogno di voi!
    3. Credo ancora nella possibilità di una politica diversa, ed in particolare nel progetto del Pd: certo, rispetto ai cattolici dell’Udc e del Centrodestra (spesso più preoccupati di difendere i valori cristiani che non di testimoniarli) noi abbiamo il dovere della mediazione, della sintesi. Ma non sono uno che si scoraggia facilmente.
    4. Qualcuno era contento del mio ritorno in tv, e questo mi dispiace parecchio 😉

  29. Maria Giulia

    Caro Andrea, se questa è verità(ci credo al 50 per cento!), immagino che l’ultimo periodo sia stato assolutamente difficile per te, e sono contenta che in fondo ritrovi la tua vocazione nel lavoro anche facendo passi indietro, o avanti, cambiando, tornando sempre a volere il meglio per te e per gli altri. Sappi che nonostante la fatica, sei stato per me un testimone di umanità, di caparbietà, di semplicità, di onestà e passione. Quindi Grazie.

  30. NO DAI! Io odio guardare la TV (anche se sono giovane); un blog è più utile (soprattutto se fatto così puntualmente e dettagliatamente). Fai il politico e nel tempo libero il comico, la tua sottile ironia a me piace!

  31. Maria Giulia

    ops, ho scritto in contemporanea!!! vabbè ti sei beccato i complimenti!! 😉

  32. Federico Coppola

    Ah ah ah grande Andrea.
    Effettivamente ci hai dato una bella sferzata 😉

  33. alessandro trapletti

    …bello scherzo….che nasconde anche le verità che tu hai descritto….ti ringrazio, penso anche a nome di tanti giovani cristiani che sono continuamente in ricerca e che hanno bisogno davvero di “testimonianze” più che di “formalismi”….grazie di cuore…

  34. Francesco Antonio Grana

    Adesso mi spiego le telefonate di alcuni colleghi che ho ricevuto oggi che mi chiedevano della tua qualifica per metterla sui giornali di domani e dopodomani con la notizia della presentazione.

  35. Andrea, sono spiacente di comunicarti – causa scherzo – siamo intervenuti con i nostri potenti mezzi per assicurarti la dovuta visibilità mediatica.
    Appuntamento domani davanti a Montecitorio con tutte le maggiori testate.
    Fatti trovare in mutande. 😉

  36. Io rimango dell’idea che devi inviare la pagina al tg1. Vedrai che pubblicità…

  37. … come “Ferrara magro” faresti un figurone!
    😉

  38. Enrica Visman

    mi hai fatto prendere un colpo, era tanto sentito ciò che hai scritto!!! ci sono rimasta così male.. Perfino i miei genitori al quale l’ho letto ci sono caduti in pieno!!! non mollare mai, siamo tutti con te..

  39. Domenico Cammisa

    Mi hai fatto prendere un colpo e mi stavi facendo ricredere sulla tua persona… cmq non mollare, anche se la missione è dura.
    PS: quando vieni a Napoli fammi sapere che se mi è possibile cercherò di essere presente. Buona serata!

  40. Nicolantonio

    … la mia stima cresce. Come si fa a creare una rete che possa andare oltre la Campania?

  41. Davide Silvestri

    Andrea il PD e i giovani che sono impegnati in politica hanno bisogno di una persona seria e per bene come te..

  42. Io … odio i pesci d’aprile!:-)

  43. M dispiace sinceramente, ma hai tutta la mia ammirazione..
    Cris

  44. Ieri casualmente ho incontrato Confalonieri che ha confermato la proposta per una trasmissione televisiva con Andrea Sarubbi. Una striscia quotidiana che si intitolerà “Casa Sarubbi”. Una sorta di reality familiare, a metà strada dalla sitcom di “Casa Vianello” e “Gli Osbourne” ( il programma americano che ha seguito le vicende familiari della rockstar Ozzy Osbourne), che andrà in onda in seconda serata su Italia Uno al posto de “Le Iene show” e sul digitale terrestre di Mediaset.
    In bocca al biscione d’aprile

  45. PD: SARUBBI LASCIA FRANCESCHINI PER TORNARE IN TV

    (ANSA) – ROMA, 2 APR – Il parlamentare del Partito Democratico, Andrea Sarubbi, torna in televisione e lascia la politica. Ieri dal suo blog personale http://www.andreasarubbi.it ha annunciato l’abbandono del Parlamento. La reazione del segretario Dario Franceschini – interpellato dall’ANSA – è disarmante: “Andrea Sarubbi chi?”. (ANSA).

    SL
    02-APR-09 10:52 NNNN

  46. Gentile Andrea,
    sono un giovane “democratico” 23enne con tanto di tessera Pd (la mia prima tessera, trattengo a stento certa emozione, forse perchè l’idea di Veltroni e oggi di Franceschini anima non poco le mie giornate in tutto quello che faccio, studio,parrocchia, comunità). Vivo in un paesino di non più di 4 mila anime nel profondo sud. Come te sono legato al vissuto di credente, militando nell’Azione Cattolica ( ne sono indegnamente il responsabile giovani della mia parrocchia). Non ti nascondo che ho provato una forte amarezza nel leggere il tuo presunto poi sconfessato annuncio di addio alla politica, forse perchè quel giorno quando non ti ho visto più a condurre “A Sua Immagine”, ho cercato di capire dove eri finito. E il web in questo non ha paragoni. Digito il tuo nome ed ecco la notizia della tua candidatura-elezione nelle file del Pd, non sai che gioia. Mi sono detto :”Allora la scelta che ho fatto è più che valida”, non perchè non ne fossi convinto ma perchè il clima di tensione anche nella campagna elettorale vedeva noi cattodem quasi in sordina, ovattati direi. Sono convinto che il tuo peso specifico nel Pd non sarà mai inferiore allo spirito e all’esercizio del bene comune che saprà adempiere in ogni tuo atto parlamentare e in ogni tua iniziativa politica. Ho riletto il tuo intervento in aula a favore dell’autorizzazione a procedere contro l’on Francesco De Luca (Pdl) per le evidenti commistioni con la criminalità organizzata campana. Un gesto di coraggio che però a differenza tua, non ha visto altrettanti parlamentari Pd propinarsi di conseguenza. Ti auguro ogni bene e spero che lo stile di noi credenti non sia solo un fiore all’occhiello o uno specchietto per le allodole come in casa Pdl ma così come tanti altri prima e dopo di te, anche tu sarai un cattolico democratico che nella politica vede prima di tutto l’esercizio sublime della carità fraterna. P.s. Col mio parroco mi sto mobilitando per la presentazione a breve della componente di Quarta Fase nel mio comune. Sono diverse le adesioni e non mancano le sorprese. Non credo sarà possibile incontrarci ma se ti capita di passare da Caronia (Me), non mamncheremo di accoglierti così come meriti.
    Scusami per il tono confidenziale.

  47. Quello che a te non piace: “…i cattolici dell’Udc, spesso più preoccupati di difendere i valori cristiani che non di testimoniarli” è proprio quello che mi aspetto da un politico che mi rappresenti e non l’atteggiamento farisaico “ti ringrazio che non sono come questo pubblicano…”
    Perdonami se sono un po’ dura da quando hai criticato il Papa: non so se posso permettermelo io con te…

  48. L’unico atteggiamento farisaico è l’essere come i sepolcri imbiancati di cui Gesù stesso ci dissuade dal praticare. Qualsiasi politico che si richiama ai valori cristiani e su quei valori chiede il consenso elettorale deve avere un minimo di coerenza nel metterli in pratica. Personalmente credo nella buona fede di uomini come Casini ma non ho fiducia in chi gli sta accanto. Riguardo alla figura del Ponteficie, il compito del credente non è quello di condividere le posizioni personali del Papa, ma di difendere la Verità di cui egli stesso si fa vicario.

  49. Fabrizio Truini

    Ho aperto solo ora lunedì 6 fb perchè fuori Roma. Vedo che ti manca il video: sei in astinenza! Che sia duro e anche noioso fare il parlamentare lo immaginavo, ma non demordere. Conti poco? Pensa a noi che non contiamo a nulla nè come comuni cittadini nè come iscritti o coordinatori di circolo. Dov’è per esempio l’ampia consultazione per le europee? Io vorrei sapere quali sono i progetti del PD per l’Europa e poi vorrei lanciare la provocazione di rimettere in pista Giuliano Amato, chiamare a lavorare per l’Europa l’ex ministro degli Esteri, l’ottimo D’Alema; e lo stesso Walter Veltroni per la loro grande esperienza e per le loro conoscenze in campo internazionale. Tu che ne pensi? Per il resto parla sempre chiaro, mosso da verità, giustizia e soprattutto pace! Ciao Fabrizio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...