Briciole

Basta con il pietismo, il buonismo, la compassione: quando si parla degli ultimi della Terra, le briciole non risolvono nulla, ma ci vuole ben altro. Deve essere per questo che, nella prossima Finanziaria, il governo ha più che dimezzato i fondi destinati agli aiuti allo sviluppo, portandoli allo 0,1% del Pil: eppure, avevamo assunto impegni con la comunità internazionale per arrivare entro il 2015 al fatidico 0,7%, passando per la tappa intermedia dello 0,51% nel 2010. Impegni “formalmente vincolanti”, precisa Sergio Marelli, che è il presidente delle Ong italiane e che ha inviato una lettera a tutti i parlamentari. Ne riporto un passaggio: “Già solo da un punto di vista della credibilità del nostro Paese, nei confronti degli altri Paesi donatori e dei Paesi poveri dei Sud del mondo, l’eventuale conferma di un simile disimpegno pregiudicherebbe definitivamente il ruolo che l’Italia, in quanto membro del G8 e Paese che si appresta a rilevarne la presidenza di turno, in vista del prossimo Vertice del 2009, potrà giocare in futuro nelle decisioni di politica internazionale. Ancor di più, una decisione di questa gravità, qualora confermata, sancirebbe una visione miope non solo di come garantire le condizioni di una convivenza pacifica mondiale, ma anche in definitiva rispetto al diritto di sicurezza dei nostri concittadini. Pace, sicurezza e prosperità vanno di pari passo con i diritti fondamentali garantiti ad ogni essere umano tra i quali, innanzitutto, quello di godere di condizioni di vita dignitose”. Oggi è l’11 settembre. I dibattiti sulla pace mondiale, a 7 anni dalle Torri Gemelle, si concentrano per lo più sul fanatismo religioso e sulla minaccia terroristica. Poi, quando qualcuno cerca di andare alla radice di tutti i problemi e chiede che i poveri tornino al centro dell’attenzione, gli rispondono che ci vuole ben altro rispetto alle briciole e si mangiano pure quelle.

Annunci

Una risposta a “Briciole

  1. umberto ingrosso

    Le decisioni di politica internazionale si prendono sulla base dell’impegno che i singoli Paesi assumono nella lotta al terrorismo e nella difesa dell’Occidente.Se non mandiamo soldi ai poveri cio’ non compromette nulla.Purtroppo,quei soldi sono sempre andati a cricche corrotte,e questa è la ragione della loro riduzione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...