Comunisti vegetariani

bebè

I comunisti che mangiavano i bambini stanno diventando vegetariani: da un anno e mezzo a Forlì, presto – si dice – anche nel resto dell’Emilia Romagna. A Forlì c’è una giunta che parte dal Pd e arriva a Rifondazione, con un sindaco di provenienza Ds (non amo specificare le vecchie appartenenze, ma in questo caso dà sapore alla notizia) e tante persone di buona volontà. Dopo due anni di discussioni – perché capirsi a volte è difficile – a febbraio 2007 hanno trovato una strada per applicare meglio la legge 194, passando dal concetto di “diritto all’aborto” a quello di “diritto ad una scelta libera”. E non è un cavillo. In sostanza, hanno deciso di puntare sulla prevenzione, potenziando il ruolo del consultorio: ogni donna che vi arriva trova un ecografo, ma soprattutto inizia un percorso di incontri con assistenti sociali e sanitari. Nel progetto sono coinvolte 23 associazioni di volontariato, firmatarie di un protocollo d’intesa con Ausl e Comune. Niente di talebano – mi ha spiegato stamattina Damiano Zoffoli, ex sindaco di Cesenatico ed attuale Consigliere regionale del Pd – ma solo una seria applicazione della legge esistente: prima di firmare il certificato che autorizza l’interruzione volontaria di gravidanza, si cerca di capire – insieme alla donna – se è possibile rimuovere le cause alla radice della scelta. Molte decidono di abortire ugualmente, qualcuna accetta l’aiuto e sceglie di tenere il bambino: finora lo hanno fatto in 27 su 298, circa il 9 per cento. Su 130 mila aborti all’anno in Italia, si salverebbero 11.600 bambini. Niente male per chi, come noi comunisti, era abituato a mangiarli.

Annunci

Una risposta a “Comunisti vegetariani

  1. Sai Andrea,dopo due forum senza interventi ho deciso di darti una mano,premesso quello che amichevolmente ti ho scritto in privato.Un’idea ce l’avrei ,su quello che accade a Zoffoli:dopo avere mangiato i bambini,partendo dal cervello,ora si accorgono che i bambini che non avevano mangiato stanno mangiandosi loro:è quello che emerge dal voto degli elettori che sono nati nel 68 e dintorni.Cosi’ adesso sperano di allevarli da piccoli,quei futuri possibili traditori,per seguirli uno per uno.L’alternativa è l’estinzione,oppure il rafforzamento della Lega.Due brutte prospettive,per chi sognava di creare L’Uomo Nuovo,e si è trovato ad avere allevato l’Uomo Leghista.Don Camillo ha rifilato una sonora batosta aPeppone,e lui cerca di capire il perchè.Che è semplice:,a mio modesto parere:si puo’ ingannare qualcuno per sempre,si possono ingannare tutti per una volta,ma non si possono ingannare tutti per sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...