Grandi intuizioni

La Lega qualunque - Lega nord e Fronte dell\'Uomo qualunque

Nella rubrica Onorevoli colleghi! di questa settimana, Panorama mi prende benevolmente in giro. Cita il mio libro sulla Lega (La Lega qualunque, Armando editore, 1995) e sottolinea la mia grande intuizione: “Nel giro di qualche tempo – avevo scritto, nella tesi di laurea poi pubblicata – la Lega finirà, come fece il Fronte dell’Uomo qualunque di Guglielmo Giannini”. Poi ricorda che con questo libro ho vinto un premio letterario e mi chiede di restituirlo, viste le mie scarse doti divinatorie. Premesso che non avrei nessuna difficoltà a rimuovere la targa dalla mia ex camera da letto (ma solo con il permesso di mamma, che la custodisce gelosamente), mi ricordo una battuta che ci fece Antonio Martino, quando era ancora un docente di economia alla Luiss: “Se gli economisti indovinassero le previsioni, non avrei bisogno di fare il vostro professore universitario”. Nel 1994 – quando iniziai a scrivere la tesi – eravamo in molti a ritenere la Lega un fenomeno passeggero, che avrebbe presto svenduto la propria identità in cambio di qualche poltrona. Per una serie di motivi, che prima o poi mi toccherà spiegare nel seguito del libro, le cose sono andate diversamente: le poltrone sono arrivate, ma le camicie verdi sono rimaste lì. Sono diventate cravatte, addirittura, ed ogni volta che le vedo passare in Transatlantico capisco perché non ho mai vinto un centesimo con la schedina del Totocalcio. Detto questo, però, La Lega qualunque è un saggio che non può essere giudicato solo dalle conclusioni: mette a confronto due esperienze simili in momenti storici diversi e ne sottolinea parecchie analogie. La forza del leader, ad esempio, oppure l’uso di un linguaggio fuori dagli schemi; la forte connotazione geografica; l’antipolitica di fondo, unita alla difficoltà di collocarsi in uno schieramento predefinito… tutte cose di cui sono ancora convinto, anche se – come Panorama giustamente puntualizza – quello dell’oracolo non è proprio il mio mestiere.

Annunci

6 risposte a “Grandi intuizioni

  1. tu scherzi, ed intanto godi della pubblicità negativa di cui sei stato fatto oggetto.
    ed infatti non osi minimamente muover accuse a panorama:
    dipendesse da te li avresti persino pagati per una pubblicità cosi.
    Troppo ambizioso e pieno di te.
    Intanto cerchi di difendere un libro
    che sostanzialmente fallisce
    nel suo intento predittivo.
    Nessun paragone con martino o economisti vari: naturalmente non conosco il libro(avrà venduto mille copie a stento.i premi non contano nulla, è noto)ma ti conosco abbastanza per dire che-molto probalminte- non vi era un analisi seria, ma tanta ideologia nel “giudicare” la Lega.
    Quella stessa ideologia che spinge tanti lettori e sopratutto lettrici della media borghesia bigotta(padana e non)ad esprimere il loro odio-appunto-ideologico in deliranti lettere ad avvenire o famiglia cristiana(che naturalmente pubblica)verso un partito che prende milioni di voti senza minacciare nessuno: le persone la votano spontaneamente e convinte.
    Risparmiaci una riedizione del libro, chè tu saresti capace di farlo, senza un minimo di pudore, con tanto di presentazioni e recensioni amiche. La “tesi”(nel duplice senso) era ed è sbagliata: c’è poco da gloriarsi neanche mascherando la propria soddisfazione che quacuno si sia ricordato di te con una ironia da quattro soldi.
    Forse avevan ragione quei due al telefono…..

  2. @ cosimo de matteis: ma se non hai neppure letto il libro, almeno hai il decoro di tacere? Che ne sai dei mesi passati alla biblioteca della Camera, o della collezione completa di Lombardia autonomista che mi sono letto? Tu sai cos’è Lombardia autonomista, senza cercarlo su google? Dal tuo primo commento, sto cercando di essere cortese, ma ora la pazienza sta finendo: qui dentro, l’unico ideologizzato sei tu. Hai pure chiesto aiuto sul blog di Andrea Tornielli, perché vengano qui a contestarmi… ma sono venuti in pochi. Stai cercando di ritagliarti uno spazio in un modo piuttosto squallido, in una casa che non è la tua. Se ne sei capace, cambia atteggiamento. Se no, sposta la crociata sul tuo blog e magari otterrai risultati migliori. Ora basta, davvero.

    p.s. Non capisco in base a cosa dici di conoscermi abbastanza. Né in base a quali regole grammaticali metti gli apostrofi… ma questo è un altro discorso.

  3. Mio nonno apparteneva all’Uomo qualunque, quindi lessi con orgoglio di “nipote” la tua tesi poi diventata libro sul confronto UQ-Lega. Diamine, avevi 23 anni ed eri già bravissimo! Hai risposto a Panorama in modo ironico, così come hanno fatto loro con te, stuzzicandoti in maniera garbata. La citazione di Martino, poi, mi riporta indietro nel tempo, era giusta allora come adesso.
    Un saluto,
    a.

  4. il fatto che tu mantenga la tua tipica ironia anche sulle ‘stangate’ che iniziano ad arrivarti nel tuo nuovo ruolo, è cosa che ti rende ancora più ‘unico’ e forse per questo, generi tanta astiosità in chi, invece, la pubblicità la va cercando eccome, anche al costo di ‘inzozzare’ quell’informazione che per gli elettori che hanno ritenuto di riporre in te le loro speranze è, senza dubbio alcuno, un valore aggiunto.
    si può chiedere all’attivista de matteis di fare un educato passo indietro e lasciar noi lettori quotidiani ed attenti, godere nel nostro orto?!
    grazie
    Raffaella

  5. Ciao,
    purtroppo devo dire che la “tua immagine” da onorevole stona con “l’immagine”che avevo creato nella mia mente di Te, forse perchè non credo troppo nella Politica e soprattutto nel modo di farla…
    Ritengo che comunque, nonostante tu dica che è il tuo primo “lavoro fisso” tu sia stato fortunato ( senza entrare più a fondo), purtroppo esistono centinaia di ragazzi/ragazze che nonostante una Laurea o più Lauree debbano lottare giorno per giorno per un Lavoro… Sai quando dici che “non ho mai vinto un centesimo con la schedina del Totocalcio” non sono d’accordo.
    Secondo me hai vinto molto di più di un Totocalcio ..e spero che ne saprai fare un uso prezioso.
    Sarebbe interessante capire perchè Cosimo De Matteis è così accanito contro di te…

    Comunque Auguri di un Buon lavoro.

  6. @ Silvy: gli argomenti che tiri fuori sono così tanti e complessi che preferisco risponderti in privato. Grazie degli auguri, comunque.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...