La guerra dei bottoni

In Parlamento lavorano in 30 – diceva Berlusconi in campagna elettorale – e tutti gli altri schiacciano bottoni. Ti pare facile schiacciare bottoni: io, per esempio, non ci sono riuscito. Si votava, pochi minuti fa, la conversione del decreto legge sul divieto di introdurre i telefonini nei seggi. Bastava inserire il dito nell’apposita “feritoia del terminale”, come è scritto doviziosamente nella brochure di istruzioni (esiste, lo giuro), e premere su una delle tre opzioni: sì, astenuto, no. Ecco, io sono riuscito a non trovare i tasti, nascosti all’interno per garantire la privacy in caso di voto segreto: continuavo a spingere sui pulsanti colorati che indicano, appunto, le tre possibilità. Una laurea, un master, studi alla London school of economics, un libro con tanto di premio letterario, una nomina a Cavaliere della Repubblica… e non sono riuscito a schiacciare un bottone! Tanto che il gruppo del Pd mi ha pure chiamato sul telefonino, credendomi assente. Come inizio di attività parlamentare, non c’è male.

Annunci

6 risposte a “La guerra dei bottoni

  1. Poco male. Sono curioso di sapere com’è finita “la conta”. Ciao

  2. sincerità disarmante!

  3. I cellulari!!!!!!!!!!!! Vieterei anche a voi onorevoli di portarli in aula, infatti delle volte e’ capitato che mentre dei deputati effettuavano un intervento, quello a fianco si dedicava a rispondere al telefonino, cosa molto sgrdevole da vedere!!!………………..L’episodio dei bottoni complicati? Mah…..Fortunatamente sei stato eletto in questa legislatura dove i numeri sono abbastanza chiari, immagina se invece eri al Senato, nella passata legislatura e si votava qualche provvedimento di importanza vitale per la maggioranza…..altro che chiamata al cellulare da parte del PD!!!!!Scherzo..ciao

  4. …..mamma mia….ma i “fiocchetti blu non hanno sempre qualcosa in più”? 🙂

  5. @ redazione: dovresti cambiare nick, o per lo meno aggiungere quale redazione rappresenti… se no, qualcuno potrebbe pensare che sia la redazione di questo blog.

  6. consiglio: cerca di stare un po più abbottonato 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...