Les italiens sont-ils des cons?

stampa estera

Gli italiani hanno dunque riportato al potere l’uomo che, in campagna elettorale, aveva risposto ad una precaria che la soluzione migliore ai suoi problemi fosse sposare un milionario. “Che una tale imbecillità possa avere anche solo una speranza di vincere le elezioni è incredibile!” ha commentato il deputato europeo Daniel Cohn-Bendit su France Inter, aggiungendo: “Uno come Berlusconi dovrebbe totalizzare l’1,5% dei consensi, in un Paese civilizzato”. Al bar sotto casa come negli emicicli parlamentari, in molti si sono posti la stessa domanda: gli italiani sono dei cretini? A prima vista, riportare al potere un miliardario demagogo (…) un settantenne ritoccato con il bisturi, le iniezioni di botox, i trapianti di capelli, le lampade a raggi ultravioletti per illudere ancora, be’, insomma, che un popolo rielegga questo Duce da carnevale ci fa riflettere (…). Il suo rivale in campagna elettorale, Walter Veltroni, aveva scelto un linguaggio opposto, puntando sulla speranza e l’ottimismo verso il centrosinistra, come a voler troncare con il pessimismo abituale (…). Per non fare dell’antiberlusconismo il suo unico cavallo di battaglia, non ha pronunciato mai il nome del suo rivale. Una scelta lodevole, ma anche la prova che non si vince contro Berlusconi puntando sui valori. E soprattutto, che non paga fare promesse agli italiani, che non ci credono più (…). L’Italia impoverita di oggi incarna la disperazione di quella ragazza precaria, ed alle elezioni ha seguito il consiglio subliminale del Cavaliere: ha sposato un milionario.

 

Ho tradotto, alla buona, un articolo dello svizzero Michel Beuret, pubblicato sulla rivista “L’hebdo” della scorsa settimana. Me lo ha mandato mio zio Francis, che vive a Bienne, dicendomi che l’analisi contenuta nel pezzo è ciò che lui ha sempre pensato dell’Italia. Ne ho saltato alcune parti, in cui si ribadisce l’amore per l’Italia, per la sua storia passata e per la sua cultura presente. Ma il messaggio mi pare chiaro. E siccome oggi è giorno di silenzio elettorale, in attesa dell’apertura delle urne, non aggiungo nulla di mio.

Annunci

7 risposte a “Les italiens sont-ils des cons?

  1. E ci sarebbe anche da parlare? Per dire cosa? Diventa difficile anche alzare gli occhi dallo schermo dopo un’analisi così…

  2. Réponse: oui.

  3. Mah, ad essere oneste non c’è poi tanto da meravigliarsi.
    Gli italiani avrebbero dovuto mandare al potere chi ha ha definito “precaria”, candidandola come capolista nel Lazio la sig.na on. Marianna Madia?
    Oppure chi ha millantato la candidatura della precaria (questa veramente D.O.C.) Ilardi nel collegio Sicilia 1, inserendola dopo la bellissima on. Daniela Cardinale (figlia dell’ex ministro Salvatore) e quindi, di fatto, condannandola a non essere eletta?
    Io non vedo alcuna differenza fra i due venditori dell’effimero. Uno si appoggiava e si appoggia a Publitalia, l’altro non lo so. Me lo dice lei onorevole Sarubbi?
    Magari dopo i tempi supplementari … 🙂

  4. Pingback: Bye, bye Walter …. « Recuperare … credito

  5. Non mi piacciono questi toni che la stampa estera usa, e meno ancora mi piace la nostra (tutta italiana, questa sì) soggezione nei confronti di tale stampa denigratoria e offensiva.
    Credo che il linguaggio di Veltroni debba costituire l’esempio di una dialettica politica costruttiva. Dare invece del “cretino” a metà degli Italiani fa parte di una vecchia e logora presunzione della nostra sinistra, e non ci porterà molto lontano.
    Smettiamola di sentirci superiori e illuminati e cerchiamio invece di capire le ragioni profonde di una scelta. Gli Italiani non sono cretini.

  6. Eufemia Budicin

    Per Daniele il rosso (roscio) che si vantava di aver avuto rapporti con ragazzi minorenni, ogni risposta è sprecata. Se nonostante tutti i difetti gli italiani hanno votato Berlusconi e Alemanno, si vede che gli altri ispiravano di meno: la qualità della vita non è solo la politica.

  7. No, italiani non sono stupidi.
    Sono molto stupidi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...