Esordiente totale

bimbo con biberon

Sono uscito volutamente in felpa, per non avere la tentazione di entrare a Montecitorio prima del dovuto. Ho fatto male, perché mi sarebbe servito. Manca una settimana all’insediamento e non so ancora nulla: se posso portare la mia famiglia a vedere il mio esordio da deputato, se posso scegliere le commissioni parlamentari o se mi verranno assegnate d’ufficio, se devo andare nei prossimi giorni a farmi una specie di tesserino, e potrei andare avanti per un altro po’. Mi sento decisamente spaesato, nel senso che nessuno finora mi ha contattato, ma mi conforta il pensiero di non essere l’unico esordiente: prendi Elisa Marchioni, che conosco dai tempi di Radio Icaro e che ora ritrovo nel Pd; oppure Laura Garavini, che fino a un paio di mesi fa pensavo fosse solo la moglie del mio amico Jorg e che invece è stata eletta con il voto di mia zia Marina, italiana residente in Svizzera. Due belle persone, che sono contento di avere come compagne di strada… per di più, sul mio stesso marciapiede. Dall’altra parte c’è invece una mia ex compagna di scuola ai tempi dell’Anco Marzio, Beatrice Lorenzin: io ero in quarta ginnasio B, lei mi pare in E, facemmo una gita insieme in Sicilia. Vedendola scalare carica su carica all’interno di Forza Italia, mi è venuto spesso un rimorso: se avessi coltivato di più l’amicizia, magari le avrei evitato brutti incontri.

Annunci

2 risposte a “Esordiente totale

  1. Egregio On. Sarubbi, stavolta prima di scrivere “fesserie”, ho letto il suo blog. Vico Equense (NA) ha contribuito con 3177 voti alla Camera dei Deputati per il Pd. Tra questi c’è anche il mio, e posso assicurarle che una parte di quelli che l’hanno votato si sono sforzati molto. Se lo hanno fatto è stato perchè hanno riconosciuto al Pd di essere l’unica forza veramente in grado di neutralizzare Berlusconi. Anch’io mi sento spaesato, per motivi diversi, ma pur sempre spaesato, provo una sensazione di lontananza, malauguratamente i veri vincitori sono i berlusconiani, su questo non ci piove. Dopo le prime dichiarazioni di Maroni credo che nei prossimi anni ne vedremo delle belle. Tuttavia, in Campania questa sensazione si acuisce, gli anti-bassoliniani del Pd non sanno che dire. Una parte della classe dirigente eletta non è del territorio, e quella rimasta, mi sbaglierò, ma non mostra leader interessanti. Le consiglio, se intende calarsi in Campania, un corso full-immersion nel variegato mondo delle correnti, aree, gruppi e sottogruppi, che nella nostra terra assumono, in alcuni casi, forme grottesche. Prende corpo la cosa bassoliniana, una sorta di Unione allargata all’Udc, qualcuno come il Dalemiano Amendola aggiunge una variante generazionale, recuperare il giovane Pellegrino al posto di Pecoraro Scanio, il nipote di De Mita al posto dello zio e qualche rifondarolo rimasto fuori. Il punto vero è che per Bassolino, De Mita è indispensabile per vincere le elezioni, ma è dannoso per governare. La prospettiva non è esaltante, ad ogni modo tanti auguri per il suo esordio e se si trova a passare per Vico le assicuro che la pizza è esaltante … Buon lavoro Peppe d’Esposito

  2. @ Peppe: e che? Non conosco Gigino Pizza a metro? Esordiente sì, ma mica scemo! Grazie per i consigli sulle correnti. Ma se non è obbligatorio, preferirei non prendere freddo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...