Imprenditori e operai

farina di pizza

L’ultima volta che siamo andati insieme in pizzeria, a Casalpalocco, mio fratello Vanja ha ordinato una “wurstel e patate”. O forse era una “cozze e vongole”: la “wurstel e patate” era la volta prima. Da Michele a Forcella, invece, la pizza è solo Margherita. Con due varianti, per i clienti più complicati: marinara o bianca. Eppure, per sedersi bisogna prendere il numeretto, aspettare una quarantina di minuti e poi dividere il tavolo di marmo con l’avventore che la sorte ti avrà messo accanto: nel peggiore dei casi, è un tuo potenziale elettore che appena sente parlare di politica ti chiede di cambiare discorso, per non rovinarsi il gusto della pizza. E la pizza, in effetti, è meravigliosa: ancora di più se – come è capitato a me ieri – un’ora prima hai visto macinare il grano con i tuoi occhi, nel molino che da tre generazioni fornisce la farina a tutti i pizzaioli napoletani. Lo dirige un ragazzo della mia età, Antimo Caputo, che dal padre e dal nonno ha ereditato la passione per il suo lavoro. La visita alle macchine che trasformano il grano in crusca, semola e farina è stata, in realtà, un lungo incontro con i dipendenti dell’azienda: persone che lavorano lì da anni, che hanno visto crescere Antimo e che al molino di San Giovanni a Teduccio si sentono a casa. Parlavo con loro e ripensavo alle parole di Bertinotti sulle candidatiture di Colaninno e Boccuzzi nelle liste del Pd: “uno dei due è di troppo, perché imprenditori ed operai non possono stare dalla stessa parte”. Un bel giro al molino?

Annunci

3 risposte a “Imprenditori e operai

  1. giustizia per i celiaci: pane e pizza per tutti!

  2. Si potrebbe fare anche un giro nelle fabbrichette di jeans, scarpe e “borze”. Lì i padroni sono operai che col tempo hanno messo insieme un po’ di soldi, e lavorano con la “capa” sui banconi assieme ai dipendenti. Forse capitalisti ed operai non posson stare nella stessa lista…

  3. @trilly: a Napoli sto incontrando parecchie pizzerie con menu per celiaci. Non disperare.
    @Susy Pepe: se per capitalisti intendi imprenditori che vedono negli operai solo un mezzo per arricchirsi, hai ragione. Ma temo sia più un problema di persone che di classi sociali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...